Con il Natale ormai alle porte, gli schermi televisivi – e l’anno scorso anche cinematografici – si riempiono di film a tema. Noi di Magzine abbiamo deciso di seguire questa stessa scia, proponendovi però una varietà notevole in termini di approccio al Natale: dalla comicità del primissimo dei cinepanettoni alla miriade di colori dei film di animazione, ce n’è per tutti i gusti. Vi lasciamo con la nostra lista di cinque scelte e vi auguriamo buone feste!

 

EMILIANO DAL TOSO CONSIGLIA: VACANZE DI NATALE ’95

Massimo Boldi e Christian De Sica, ventisei film insieme, incassi record che raggiunsero il loro apice nel 2002 con i 30 milioni di Natale sul Nilo. Ma Vacanze di Natale ‘95 è il film più rappresentativo: quello in cui è meglio definita la contrapposizione tra i vezzi da milanese conservatore di Boldi, padre separato in apprensione per il fanatismo della figlia nei confronti di Dylan di Beverly Hills 90210, e la cialtronaggine romana di De Sica, marito dedito al gioco d’azzardo. Lo sfondo è Aspen, Colorado. Su film così, l’Italia si è spaccata in due: critiche per la trivialità del linguaggio e delle situazioni da parte di intellettuali e radical-chic, un sentimento di condivisione popolare per il resto del pubblico. Piacciano o meno, raccontano il nostro Paese tra la fine degli anni ’80 e i primi anni 2000: risate, leggerezza, il sogno possibile di una vita facile e spensierata. Oggi è impossibile anche solo immaginarla. E infatti Massimo e Christian, ormai copia sbiadita e senile di loro stessi, se ne sono andati su Marte.

Disponibile su Amazon Prime

 

GIOVANNI DOMASCHIO CONSIGLIA: KLAUS – I SEGRETI DI NATALE

Stufi delle solite storie di Natale? Ecco un film d’animazione che cambia un po’ la consueta prospettiva. Il vero protagonista di Klaus non è Babbo Natale, raffigurato qui come un artigiano vecchio, burbero, ma dal cuore d’oro. La vicenda parte invece dal postino Jesper, giovane scansafatiche che viene spedito dal padre, presidente dell’”accademia dei postini” britannica, in una gelida isola del circolo polare artico, con l’obiettivo apparentemente impossibile di raggiungere in un anno un traffico di 6mila lettere. Inizialmente interessato solo al raggiungimento di questo traguardo, che permetterebbe a Jesper di continuare a essere mantenuto dal padre e vivere tra gli agi, lo sventurato postino si troverà presto coinvolto in una sfida ancora più ambiziosa: riportare la pace sociale sull’isola di Smeerensburg, tormentata da una faida tra famiglie rivali ormai da tempo immemore. È proprio in quest’impresa di riconciliazione che Jesper troverà due importanti alleati, la maestra elementare Alva e, ovviamente, il buon vecchio Klaus.

Disponibile su Netflix

 

FRANCESCO CASTAGNA CONSIGLIA: A CINDERELLA STORY – CHRISTMAS WISH

Si può ripetere la storia di Cenerentola nel ventunesimo secolo? Certo, specialmente per una ragazza orfana affidata, per uno sfortunato destino, alla matrigna Deirdra che non fa altro che pensare alla gloria delle sue figlie. Kat è una giovane teenager che sogna da sempre di diventare una cantautrice, lavora a “Santaland”, un parco-giochi per bambini che le permette una vita dignitosa, dal momento che Deirdra non le concede l’eredità. Un giorno la famiglia Wintergarden, una delle più ricche del luogo, organizza un galà di beneficenza, alla quale Deirdra vuole partecipare a tutti i costi insieme alle sue figlie per sistemarsi con l’alta borghesia. Ma se è vero che a Natale si è tutti più buoni, c’è sempre un’eccezione che conferma la regola, e un principe azzurro, come da manuale.

Disponibile su Netflix

 

VIVIANA ASTAZI CONSIGLIA: LA VITA È MERAVIGLIOSA

Con la fine di dicembre si fa un bilancio di ciò che sono stati gli ultimi mesi. Facile vedere il 2020 come l’anno nero per eccellenza. Forse qualcuno guarderà al recente passato con scoramento proprio come accade a George Bailey, il protagonista del film di Frank Capra che la notte di Natale decide di suicidarsi per fuggire da quello che gli sembra un problema irreparabile. L’intervento di un angelo, però, cambierà le carte in tavola, mostrando all’uomo cosa sarebbe accaduto al mondo e ai suoi conoscenti se lui non fosse mai nato. Un film sulla bontà e generosità d’animo, da guardare in famiglia non solo perché è Natale, ma perché può farci cambiare il modo di guardare alla realtà, riuscendo a ricordarci sia che fare del bene al prossimo porta sempre i suoi frutti sia che, malgrado le avversità, la vita sa essere davvero meravigliosa.

Disponibile su Google Play e Amazon Prime

 

MARIANNA MANCINI CONSIGLIA: LOVE ACTUALLY

Una commedia romantica e spensierata è ciò che serve dopo un anno tutt’altro che facile. Mettetevi comodi e scegliete il vostro affetto più stabile per godervi le improbabili peripezie di londinesi innamorati. Love Actually ha un innegabile pregio: unisce due cose che scaldano il cuore, come l’amore e il Natale. Con il suo ottimismo surreale, il film incanta i sognatori e diverte gli scettici, che – senza ammetterlo – finiranno per cedere alla magia di un sentimento universale nato sotto le mille lucine che scaldano Londra durante il periodo natalizio. Le musiche della tradizione e il cast stellare infonderanno una buona dose di speranza e umorismo; perché se è impossibile sottrarsi all’amore, è altrettanto consigliabile non lasciarselo sfuggire.

Disponibile su Netflix