Marzo 2020 di colpo tutto è cambiato. Una pandemia globale. Panico, distanziamento sociale e lavoro da remoto. Improvvisamente, quasi tutte le nostre attività quotidiane hanno dovuto migrare in un’ambiente virtuale, comprese quelle di vendita. La vendita digitale è diventata una realtà con la quale tutte le aziende devono fare i conti, anche quelle che fino a ieri non avevano fatto nulla per prepararsi a questo passaggio. Poi ci sono casi virtuosi come quello di Aron, professione venditore nel settore della telefonia e telecomunicazioni, e la sua squadra che nonostante le restrizioni e la pandemia, si sono reinventati ed adattati alle normative anti-covid garantendo allo stesso tempo un pò di normalità ai loro clienti. Il loro segreto? Gioco di squadra ed empatizzare con il cliente.

Nel mondo “Post-Corona” il coinvolgimento emotivo dei consumatori sarà il vero campo di battaglia per i brand che operano nei mercati consumer. I brand dovranno essere emotivamente coinvolgenti, Aron e la sua squadra si stanno impegnando tutti i giorni per questo obiettivo, non solo nel punto vendita fisico ma anche in luoghi di contatto digitali come i social. Solo in questo modo un brand potrà riuscire a differenziarsi stabilmente rispetto ai concorrenti posizionandosi al centro della vita dei consumatori.