E se creare siti basati su un unico tema fosse la strategia vincente per attrarre i lettori e spingerli a sottoscrivere abbonamenti? Se lo chiede Shan Wang su NiemanLab. Il caso emblematico da cui parte Wang è The Marshall Project, sito dedicato alla giustizia penale che sta ora lavorando per trasformare i suoi lettori in membri sostenitori.

The Marshall Project è spesso descritto come un sito dedicato a un singolo problema, definizione che potrebbe restituire un’immagine inadeguata dello scopo e della profondità del sito, ma che di certo, secondo Wang, aiuta a capire come costruirà il suo programma di fidelizzazione per gli abbonati.

«Creare un membership program – spiega il presidente di The Marshall Project, Carroll Bogert – vuol dire creare qualcosa che faccia sentire i lettori parte di una comunità. Ci sono molti modi per definire una ‘comunità’. Ci dovrebbe essere una comunità di persone che si preoccupa del clima, una che s’interessa della giustizia penale ecc».

La sfida, dunque, è quella di trasformare i lettori in sostenitori. Il primo passo è ovvio: continuare a offrire loro un giornalismo di qualità, focalizzato su un preciso ambito, la giustizia penale. L’adozione di strategie per costruire un senso di appartenenza, di comunità, sono il secondo passo. Qui le opzioni al vaglio sono diverse: dalle newsletter indirizzate solo agli abbonati fino alla possibilità di garantire a questi ultimi l’accesso a certi eventi.

“Non mi piace la logica del faccio questo per quest’altro – spiega Kelly Payne, la direttrice – ma il buon giornalismo ha un costo. Un’inchiesta può richiedere un anno di lavoro e la consultazione di centinaia di atti e documenti ufficiali”.

⇒Continua a leggere su NiemanLab