La stampa sta attraversando un periodo di crisi in tutto il mondo ma non in India. Secondo l’indiano Audit Bureau of Circulation (Abc), nel Paese, tra il 2006 e il 2016, le vendite giornaliere sono aumentate di oltre 23 milioni di copie, con una crescita media del 5% l’anno. Istruzione sempre più diffusa, crescente alfabetizzazione ed economia di successo: sono questi i motivi che hanno portato all’esplosione della stampa negli ultimi anni.

Per supportare i suoi risultati, Abc ha citato i dati di World Association of Newspapers and News Publishers che dimostrano come la circolazione della stampa a pagamento in India sia cresciuta del 32% tra il 2013 e il 2015. Nel frattempo la diffusione nei principali Paesi occidentali è calata (Stati Uniti -3%, Francia -6%, Germania -9% e Inghilterra -12%).

Nonostante Google e i social network, Facebook in particolare, cerchino di portare una popolazione che sfiora il miliardo e mezzo a informarsi su internet, i numeri della stampa continuano a crescere. Naturalmente, crescendo i lettori crescono anche le entrate pubblicitarie che entro il 2021 dovrebbero raggiungere i 300 miliardi di rupie (5,4 miliardi di dollari), dai circa 200 miliardi (3,1 miliardi di dollari) del 2016.

⇒ Continua a leggere su CNN