Lea, disoccupata 25enne di Dorgogne, regione del sud ovest della Francia, ha cambiato idea almeno tre volte su quale candidato votare alle elezioni presidenziali francesi del 23 aprile. Prima era orientata sul  centrista Emmanuel Macron, poi è passata alla leader del Front National, Marine Le Pen e ora si è schierata con il candidato di un partito molto più piccolo.

Il settimanale francese L’Obs (ex Nouvel Observateur)  ha seguito le sue intenzioni di voto insieme a quelle di altri elettori indecisi provenienti da varie parti del Paese. Il progetto, nato per tracciare un quadro su come i francesi si stanno preparando al voto, è realizzato attraverso un chatbot aperto su Facebook Messenger, in cui vengono condivise storie e aggiornati i lettori sulle scelte dei personaggi seguiti.

Il bot è stato avvivato circa un mese fa, da un’idea di Audrey Cerdan  e invia al massimo quattro aggiornamenti  a settimana.  «Abbiamo scelto di utilizzare Messenger perché ci piaceva il concetto di un posto dove i lettori spendevano già molto tempo – spiega Cerdan – Si crea una certa intimità nello stare in mezzo ai messaggi degli amici/mark]».

⇒Continua a leggere su Niemanlab