Al Jazeera America chiuderà i battenti il prossimo aprile. Il canale di notizie via cavo aveva debuttato negli Stati Uniti nel 2013 suscitando grande clamore. La decisione è stata annunciata dai vertici del canale durante una riunione aziendale lo scorso mercoledì.

In una nota al personale, l’amministratore delegato, Al Anstey, ha affermato che «La decisione presa dal consiglio di amministrazione di Al Jazeera America è stata guidata dal fatto che il nostro modello di business non è più sostenibile alla luce delle sfide economiche che presenta il mercato dei media negli Stati Uniti». Anstey ha aggiunto anche che la chiusura del canale via cavo avverrà entro il 30 aprile prossimo e che Al Jazeera è pronta a espandere la propria presenza digitale negli Stati Uniti, cosa che porterà nuovi contributi informativi internazionali alla versione americana.

Al Jazeera America è andato in onda per la prima volta nell’agosto del 2013 dopo che il network arabo Al Jazeera aveva acquisito ‘Al Gore Current TV’ per 500 milioni di dollari. Prometteva di essere un canale premuroso e intelligente, libero da restrizioni e ben lontano dai cosiddetti “strilloni” che avevano caratterizzato il giornalismo televisivo – via cavo- americano fino a quel momento via cavo negli Stati Uniti. Ma l’audience significativa tanto auspicata non arrivò mai, con un pubblico che nel prime time a volte faticava a superare i 30.000 spettatori.

«So che la chiusura di AJAM ha suscitato grande delusione in tutti coloro che hanno lavorato instancabilmente per il canale e che si sono applicati per il suo futuro», ha continuato l’amministratore Al Anstey, «La decisione che abbiamo preso non ha nulla a che vedere con la qualità del prodotto che abbiamo fatto finora perché AJAM ha fatto sempre che un ottimo lavoro. Il nostro impegno per grande giornalismo non ha rivali».

⇒ Continua a leggere su The New York Times