Siamo nel 2017 e anche gli editori devono fare i conti con la diffusione e la potenza d’azione dei social network per guadagnare. Ma guadagnare quanto? Meno di quello che ci si potrebbe aspettare. Secondo un rapporto del Digital Content Next solo il 14% dei profitti di un editore proviene dalla distribuzione online dei propri prodotti.

Ogni piattaforma ha i suoi metodi e le sue dinamiche di guadagno. Facebook offre diverse possibilità, dagli Instant Articles a Facebook Branded Content. Ciò nonostante, ci sono pareri discordanti da parte degli utenti per quanto riguarda i profitti. Snapchat sta crescendo in popolarità ma non viene incontro al mondo degli editori, a causa di alcune sue sezioni ad accesso limitato e dei limiti imposti sul monitoraggio degli annunci. Youtube, invece, è la piattaforma social più utilizzata per guadagnare ma il suo controllo serrato sui termini di vendita lo rende meno redditizia di altri social.

⇒leggi di più su Digiday