Forbes punta sull’intelligenza artificiale per i suoi articoli. È comparso in redazione, infatti, un nuovo dipendente: Bertie, il content management system. Questo software è in grado di scrivere versioni “in bozza” di articoli che i giornalisti poi devono semplicemente correggere. Non solo: Bertie è in grado di consigliare temi per possibili inchieste ad ogni giornalista, scelti in base al campo di interesse del redattore.

Al momento offre il suo contributo allo staff che lavora all’edizione di Forbes del Nord America, ma entrerà anche nelle redazioni europee nel primo trimestre di quest’anno.

Si tratta dell’ennesima dimostrazione che il mondo del giornalismo si serve sempre di più dell’intelligenza artificiale per “snellire” il lavoro dei giornalisti, che però restano i veri autori dei trecento articoli che la testata pubblica ogni giorno.

 

Per saperne di più, continua su Digiday