Aprire e chiudere l’auto, accendere il motore, sollevare la saracinesca di un garage. Se, un tempo, per fare tutto questo servivano chiavi e telecomandi ingombranti, oggi le principali case automobilistiche offrono ai clienti la possibilità di attivare e disattivare questi e altri comandi anche attraverso l’utilizzo di una semplice applicazione.

Lincoln, divisione del gruppo Ford, è intenzionata a mettere in commercio due SUV, il 2020 Aviator e il 2020 Corsair, provvisti di un sistema “Phone as a Key” basato su una pratica applicazione. Attraverso una connessione bluetooth, sarà possibile mettere il telefono in comunicazione con l’auto: una volta riconosciuto il dispositivo, il veicolo si aprirà appena sfiorata la maniglia della porta e si avvierà automaticamente tramite un pulsante ma solo nel momento in cui il telefono sarà all’interno dell’abitacolo.

Lo stesso varrà per la chiusura: una volta allontanatosi il proprietario, il veicolo si chiuderà automaticamente. Inoltre, sarà possibile anche creare profili personalizzati in grado di preparare il SUV, settando posizione sedili, temperatura, impianto audio, posizione dello sterzo e specchietti sulle preferenze e i gusti del conducente .

Nessun pericolo per la sicurezza: al servizio si può accedere, oltre che con una serie di password, anche attraverso autenticatori meno hackerabili come l’impronta digitale e il riconoscimento facciale. Così come sarà possibile cancellare rapidamente l’app via computer, nel caso in cui si smarrisse lo smartphone.

E se il cellulare non ha linea? Niente paura, gli sviluppatori hanno pensato anche a questo. I proprietari dell’auto potranno, inserendo un codice d’accesso, avviare la generazione di un ulteriore codice alfanumerico in grado di far partire l’automobile, una volta digitato sul touchscreen.

A fine aprile, anche Amazon ha annunciato di voler adoperare questa tecnologia wireless e code-based. Infatti, a Seattle starebbero lavorando alla messa a punto di una chiave compatibile con alcuni veicoli che consentirebbe ai fattorini di lasciare gli ordini direttamente all’interno dell’auto del cliente, utilizzando un apposito codice, valido per un solo tentativo.

Per approfondire, continua la lettura su IEEE Spectrum