Marcia per la pace nella Repubblica Democratica del Congo. Partirà domenica 22 aprile da Reggio Emilia l’iniziativa nata dal comitato Stand4DRCongo, costituito da 30 studenti delle scuole della zona, per rompere il silenzio sul dramma che, da almeno due decenni, il popolo congolese è costretto a vivere ogni giorno. Da Reggio Emilia a Ginevra, un mese a piedi, per raggiungere il quartier generale delle Nazioni Unite e chiedere un maggiore coinvolgimento dei caschi blu della missione MONUSCO (la più costosa missione ONU di sempre) schierati nella Repubblica Democratica del Congo da 19 anni. Una marcia di un mese attraverso l’Europa, per sensibilizzare l’opinione pubblica e far conoscere al mondo le gravi violazioni dei diritti umani che avvengono nella Repubblica Democratica del Congo. Situata al centro del continente africano, la RD Congo è uno dei Paesi più ricchi di risorse minerarie al mondo. Petrolio, Oro, Diamanti, Rame, Cobalto e Coltan sono solo alcune delle preziosissime materie prime che vengono esportate ogni giorno dal Congo, spesso in maniera illegale, grazie alla complicità del governo di Kinshasa e dell’ormai illegittimo presidente Joseph Kabila, il cui ultimo mandato costituzionale è scaduto il 19 dicembre 2016. I minerali vengono estratti da cave illegali, senza alcun rispetto dei diritti umani, esportati attraverso il confine est del Paese, direzione Uganda e Ruanda, dove vengono registrati come materie prime estratte in loco, e poi rivenduti ai principali mercati internazionali (come già raccontato in questo video). In questo modo, la popolazione congolese viene sfruttata e derubata delle sue ricchezze, lasciando i guadagni di questo business torbido nelle mani delle grandi multinazionali vicine al governo “democratico” del Congo. Per questo motivo John Mpaliza, conosciuto come Peace Walking Man, insieme ai ragazzi del comitato Stand4DRCongo, hanno deciso di organizzare questa marcia di un mese attraverso l’Europa, per far conoscere al mondo le gravi violazioni dei diritti umani che avvengono nella RD Congo e chiedere alle Nazioni Unite un intervento concreto a protezione della popolazione congolese. Tramite questo link è possibile firmare la lettera scritta dai ragazzi di Stand4DRCongo ed indirizzata ad António Guterres, Segretario generale delle Nazioni Unite. Per rendere questo appello il più incisivo ed efficace possibile è necessario un ampio coinvolgimento della società civile.
marcia-per-la-pace-locandinaSi parte domenica 22 aprile alle ore 8.30 da piazza Prampolini, Reggio Emilia. Per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della marcia, è stata organizzata una fiaccolata, sabato 21 aprile alle ore 19 in piazza della Vittoria, sempre a Reggio Emilia. Il percorso prevede diverse tappe, alternate a convegni nelle scuole e incontri pubblici con i cittadini. Dopo Parma e Piacenza il cammino proseguirà in Piemonte, passando per Alessandria e Asti, fino ad arrivare a Torino. Attraverso la Val Susa si raggiungerà la Francia, tappa a Chambéry e poi l’arrivo a Ginevra, sabato 26 maggio. Sarà possibile seguire in diretta la Marcia per la pace tramite i nostri social e sopratutto tramite questa mappa interattiva dove ogni giorno verranno aggiunte foto, video e news del cammino di John.