A pochi mesi dalle elezioni presidenziali che il prossimo aprile decideranno il futuro della Francia, ma più in generale dell’Europa intera, Le Figaro sta progettando di moltiplicare il live streaming, con l’intenzione di produrre almeno otto ore di video e dirette ogni giorno.

“Non vogliamo diventare una canale tv di news tradizionale – piega Bertrad Gié, a capo della comunicazione digitale del Le Figaro – Vogliamo mantenere lo spirito digitale, che è quello di mostrare agli utenti ciò che sta accadendo proprio qui ed ora”.

Così Le Figaro, aggiungerà un secondo ed un terzo studio per il live streaming, uno dei quali proprio all’interno della redazione del giornale cartaceo per coprire in diretta le prossime elezioni.

Altra ambizione per il quotidiano francese è quella di creare più partecipazione e adesione con la propria audience di utenti, in modo tale da trasformare i semplici “viewers” in “subscribers”, che al momento portano il 15% delle rendite de Le Figaro.

 

 ⇒ Continua a leggere su Digiday.com