Tecnologia e disabilità sono diventate alleate non solo nei laboratori di ricerca ma anche nella vita reale. Dall’esoscheletro agli arti mobili, il miglioramento delle condizioni di vita per disabili, grazie ai progressi della tecnologia, non sono più sogni, ma realtà realizzate. E tra queste, che hanno anche dell’incredibile, il caso di Marco Dolfin, medico dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino, che dal 2013 opera grazie all’esoscheletro, fa notizia.