Perché persone e organizzazioni dovrebbero finanziare un team di giornalismo investigativo? Se lo è chiesto il Seattle Times, quotidiano locale dell’ovest degli Stati Uniti, che ha lanciato un progetto di crowdfunding molto ambizioso. Con la speranza di fare la differenza e diventare un modello anche per le altre redazioni.

Tra il 2010 e il 2018 il giornale ha raccolto quattro milioni di dollari da 21 fondazioni e organizzazioni no profit, da cui sono nate inchieste su istruzione, traffico e senzatetto. Ora anche i cittadini comuni hanno la possibilità di donare. Ma perché dovrebbero farlo? Da una ricerca condotta dalla stessa redazione, i cittadini di Seattle hanno a cuore due cose: la riduzione delle tasse e il giornalismo investigativo. La città vuole sapere come sono impiegate le risorse pubbliche e in che modo viene redistribuita la ricchezza.

L’obiettivo è raccogliere cinquecentomila dollari entro l’anno, magari addirittura entro l’estate, per assumere un redattore, altri due reporter e coprire spese di produzione e costi di viaggio. Il team investigativo del Times è composto da quattro persone: due giornalisti, un archivista e un manager di produzione. Ma a Seattle si sogna molto più in grande.

Per saperne di più, continua la lettura su Poynter.