“Sono convinto che la fortuna di un posto sia fatta dalle persone che ci lavorano più che da quello che si offre”, racconta Daniele, 36enne shop manager di Roots. Se poi, oltre ad un personale disponibile e alla mano, l’offerta è unica nel panorama milanese, il successo non può che essere una logica conseguenza.

Roots infatti, collocato in uno dei giardini tipici delle antiche case popolari di Corso San Gottardo, è una insolita combinazione di parrucchieri e tatuatori: al primo piano del locale è possibile tagliarsi i capelli, a quello superiore farsi un tatuaggio. Una tipologia di offerta che in Italia è rara, ma è tipica all’estero, soprattutto nel mondo anglosassone. Quando si varca l’ingresso, si respira subito il clima di creatività e originalità che è intrinseco al mood del negozio. “Facciamo ogni tipo di taglio di capelli e ogni genere di tatuaggi – spiega Daniele – cerchiamo di offrire qualcosa di nuovo ai nostri clienti”. Roots prova ad essere più di un semplice servizio di acconciature e tatuaggi: “Siamo sette parrucchieri e sei tatuatoti e i nostri clienti sono molto fidelizzati – racconta Daniele – ogni settimana organizziamo in negozio anche aperitivi e dj set per aumentare la comunione con i nostri clienti”.

Tra i frequentatori di Roots ci sono anche uomini di spettacolo e cantanti, come Lorenzo Fragola e il rapper Ghemon: “Il nostro fondatore ha lavorato per anni nella moda – dice Daniele – e questo ci ha permesso di farci conoscere in certi ambienti milanesi. Poi quando il nome inizia a circolare, va avanti da solo>”. Dalla sala d’attesa, ricca di temi alternativi e originali, ai tanti gioielli e anelli in vendita, tutti disegnati dai proprietari, Roots prova ad essere un’esperienza diversa da quella che si può vivere nei tradizionali negozi del settore a Milano, instaurando con il cliente un rapporto che non termina nel momento in cui la cassa emette lo scontrino a servizio completato. Mentre Daniele parla, alle sue spalle i creatori di Roots continuano a ideare nuovi disegni e migliorare i precedenti, a conferma di un progetto che, iniziato a luglio, è sulla via del successo.