L’Italia è un paese per vecchi, ma ora chiamateli pure “baby boomers”. Sono il 25% della popolazione italiana e sono nati tra il 1945 e il 1964: un numero – quello degli over 65 in Italia e nel mondo – che cresce proporzionalmente alla qualità e all’aspettativa di vita. L’iniziativa lanciata da growlTup, Euorpean Assistance e Generali ha  lanciato un concorso tra start up per offrire servizi assicurativi sempre più semplici e personalizzati. Le 9 start up in gara dovevano inviare la propria candidatura entro il 31 ottobre presentando il proprio progetto in fase Post-Seed (in cui sono  già stati trovati  i supporti finanziari e individuati i possibili rischi di investimento). L’obiettivo è quello di rispondere alle esigenze degli over 65 come possibilità di ricevere assistenza medica a casa propria.

Per la presentazione del progetto, l’amministratore delegato di European Assistance Fabio Carsenzuola  ha ricordato come le start up debbano avere assoluta rilevanza all’interno del territorio italiano e avere l’obiettivo di raccogliere investimenti che vadano oltre i 500mila euro. Una cifra importante, ma oggettivamente raggiungibile per progetti che hanno dimostrato di avere ottime opportunità di aver un mercato. Una delle start up più interessanti è D-Heart di Nicolò Briante: insieme al suo team Briante ha sviluppato una app da smartphone in grado di prevenire le più comuni malattie al cuore. Un vero e proprio elettrocardiogramma “House made” potrà avvisare i baby boomers che una visita dal proprio cardiologo di fiducia è più che mai urgente.

Per rendere più facile la vita agli over 65 Serena Stefanoni e la sua squadra hanno pensato ad una piattaforma che permetta ai viaggiatori con disabilità fisiche di godersi la propria vacanza o il viaggio nel modo più facile possibile. Un servizio che, tramite la collaborazione con più di 30 hotel in tutta Europa, permette al cliente di decidere da casa quali servizi di assistenza l’albergo deve provvedere a garantire. In sostanza, servizi creati da giovani per rendere la pensione dei più “anziani” più piacevole e sicura.