Verso la fine del 1965, i quindici membri della Carnegie Commission on Educational Television cominciarono a lavorare su un report che fotografasse la situazione della televisione non commerciale nel mercato americano e proponesse dei meccanismi per migliorare il sistema. Tra i molti interventi suggerì un aumento dei fondi a disposizione delle tv, miglioramenti tecnologici e una nuova programmazione. Il lavoro della commissione culminò in un report intitolato “Televisione pubblica: un programma per agire”, pubblicato 50 anni fa. Il documento divenne l’atto fondante di ciò che sarebbe diventato il Public Broadcasting Act del 1967 che diede vita alla Corporation for Public Broadcasting da cui nacquero sia la PBS che la NPR, la tv e la radio pubbliche degli Stati Uniti.

Cinquant’anni dopo la nuova amministrazione di Donald Trump sta pensando di eliminare i fondi pubblici alla Corporation for Public Broadcasting. In origine la proposta della Commission per rendere indipendenti i due network era finanziarne le trasmissioni attraverso una tassa sui televisori venduti, così da sganciarli dagli appetiti politici di Washington. Questa raccomandazione non fu però mai messa in pratica e la PBS e la NPR sono diventate nel corso del tempo degli obiettivi dei partiti americani, in primis dei repubblicani. Ora la nuova amministrazione sembra intenzionata a ridurne i sussidi.

⇒Per saperne di più leggi su Niemanlab.org