Le fake news, gli articoli redatti con informazioni inventate, ingannevoli o distorte, sono diventate ormai la quotidianità nel mondo dell’informazione. Ma una nuova minaccia è alle porte. Si tratta del deep fake: video e audio di personaggi pubblici completamente falsi.

Grazie allo sviluppo sempre più rapido delle nuove tecnologie legate al riconoscimento facciale è oggi possibile modificare le espressioni del viso di una persona per modificarne il labiale e modificare quindi le sue dichiarazioni. È sufficiente caricare un video della persona che si vuole falsificare e dopo pochi minuti è possibile modificare a piacere i movimenti del suo viso.

Potenti programmi di codifica del tono di voce completano l’opera: è possibile utilizzare il filtro di Barak Obama per far sembrare la propria voce uguale a quella dell’ex presidente degli Stati Uniti, oppure è possibile caricare l’audio di una qualsiasi persona per riuscire a copiarne il tono di voce.

Circolano già in rete diversi video deep fake di Donald Trump e Vladimir Putin che rilasciano dichiarazioni assurde. L’inchiesta di Bloomberg QuickTake racconta i progressi che hanno coinvolto queste tecnologie negli ultimi mesi e come proteggersi del fenomeno deep fake.

Per saperne di più, continua a leggere su Bloomberg