Il profilo Instragram di Stefano Colferai è un collage di illustrazioni. Le sue immagini sono colorate, ironiche, divertenti. Le ha fatte lui. Sì, perché Stefano è un artista: si diverte a modellare la plastilina per creare delle piccole opere d’arte. Specialità della casa, i ritratti dei rapper.

Una passione nata quasi per caso che, nell’ultimo anno, ha garantito molta visibilità e attenzione all’artista. “ Fino a quattro anni fa non avevo mai toccato la plastilina. Che io ricordi non avevo mai toccato neanche il pongo da piccolo. Credo che quest’attitudine mi sia stata trasmessa in qualche modo da mio nonno. Aveva la passione per la pittura e per il bricolage. A un certo punto, però, mi sono  stufato di lavorare in digitale con le mie illustrazioni, così mi sono buttato in questo progetto. Volevo mettere le mani su qualcosa, nel vero senso della parola”.

Non c’è voluto molto perché la scena rap italiana si accorgesse di lui e delle sue opere. L’idea di fare ritratti tridimensionali, morbidi e colorati, è nata dopo l’incontro con Ghemon e Fritz Da Cat, all’Outdoor festival di Roma, l’anno scorso. “Per celebrare quell’evento ho iniziato a modellare la plastilina e fare i ritratti dei rapper. Loro due sono stati i primi in assoluto. È stato tutto molto naturale. Ascolto sempre il rap mentre lavoro, è una musica che mi piace. Ho concluso la prima serie sui miei dieci rapper preferiti, rendendomi conto subito dopo che erano pochi”.

La passione per questo genere lo ha spinto a buttarsi in un nuovo progetto: pubblicare un ritratto di un artista ogni settimana. “Cercherò di essere costante, è una sfida tosta, ma la affronto da squalo”, ha scritto sulla sua pagina Facebook. Il primo protagonista della nuova serie è stato Guè Pequeno, che aveva scelto proprio il pezzo Squalo per annunciare l’uscita dell’album Vero. Coincidenze?

mecna

L’illustrazione di Stefano Colferai per la fanzine presente nell’album di Mecna

Stefano sta cercando di trasformare la propria passione in un lavoro, magari lavorando su commissione proprio per gli artisti che segue. Un desiderio che non è un sogno irrealizzabile. In occasione dell’uscita album di Mecna, infatti, ha realizzato un’illustrazione per la fanzine presente nella special pack del disco. “Il mio obiettivo, per il futuro, è quello di realizzare una copertina, o magari anche un video usando la plastilina e animandola”.

Le sue opere, condivise e apprezzate dai rapper, sono qualcosa di inedito, originale e simbolico. “Ho notato che con i volti posso arrivare a un pubblico molto più ampio rispetto alle illustrazioni che realizzavo. In questo modo ottengo più visibilità e ricevo molti feedback”.

In futuro dalle mani di Stefano potrebbero uscire soggetti nuovi, non solo volti di rapper. “Mi piacerebbe concentrami sulle scarpe e fare qualche ritratto. Vorrei collaborare con più persone. Al momento sto gestendo tutto da solo: modellazione, fotografia, set luci, animazione e post produzione. Se avessi dei collaboratori, potrei dedicare più tempo alla parte creativa del lavoro, che è quello che più mi piace e mi interessa”. L’avventura di Stefano è appena cominciata. Ora non resta che aspettare di ammirare le sue prossime creazioni.