Una nuova e utile funzionalità. Google ha aggiunto nella sua applicazione Maps un nuovo tool in grado di segnalare stanze e luoghi chiusi accessibili alle persone in sedia a rotelle. Ogni struttura sarà riconosciuta accessibile attraverso vari indicatori che indicheranno la presenza di ingressi, bagni o parcheggi riservati ai disabili.

La richiesta di informazioni sulla disponibilità di rampe o porte automatiche per le persone con mobilità ridotta è aumentata vertiginosamente nel corso degli anni. Google, quindi, ha raccolto molti dati sull’accessibilità di diverse strutture e li ha usati in questa nuova impostazione.

Il colosso di Mountain View ha mostrato la nuova funzionalità in un post sul proprio blog pubblicato il 21 maggio, proprio in occasione del Global Accessibility Awareness Day, la giornata mondiale dedicata al diritto all’accessibilità. La si usa molto facilmente. Per attivarla, gli utenti possono accedere alla sezione “Impostazioni” di Maps, selezionando quindi “Impostazioni di accessibilità” per poi attivare la funzione “Luoghi accessibili” che mostrerà se una determinata struttura è disable-friendly. Gli utenti potranno contribuire ad aggiornare Maps aggiungendo informazioni su luoghi non ancora mappati.

continua a leggere su Techcrunch