Social media, cultura digitale e giornalismo del futuro: sono questi gli argomenti al centro dell’attenzione della terza edizione di Glocalnews, il festival del giornalismo digitale locale e globale in programma a Varese dal 13 al 16 novembre.

Esperti, influencer, opinionisti, politici e imprenditori provenienti da tutto il mondo si riuniranno in una serie di incontri, spettacoli e workshop per l’evento organizzato dal quotidiano locale VareseNews. L’obiettivo della rassegna è analizzare come il mondo dell’informazione stia evolvendo e quali siano le sfide che ogni giornalista deve affrontare per raccontare la realtà quotidiana.

Il programma del festival è ricco di eventi interessanti e ospiti di rilievo. Ecco 10 appuntamenti da non perdere:

1/ Giornalisti nella rete: tra “Stati generali” e competenze nelle redazioni digitali.
Come cambiano le competenze con l’avvento della cultura digitale? Oggi una redazione giornalistica deve gestire il flusso delle notizie, ma anche possedere le abilità utili per lavorare con le piattaforme social e riuscire a competere nell’ecosistema sempre più complesso dell’informazione online. Questo tema sarà affrontato in un incontro con Jacopo Tondelli, fondatore del nuovo giornale Gli Stati generali, e Michele Mezza autore di un libro sulla professione giornalistica e le nuove competenze digitali.

2/ Digital first: come procede l’integrazione tra carta stampata e web.
Oggi chi è in cerca di notizie può informarsi attraverso vari supporti. Alcuni lettori amano ancora comprare quotidiani cartacei in edicola, altri invece non rinunciano mai ad informarsi attraverso un pc o un tablet. Dunque a che punto è il processo d’integrazione tra il giornalismo legato alla carta stampata e quello che vive in Rete? L’evoluzione in corso nel mondo dell’informazione sarà analizzata dai giornalisti di tre autorevoli testate italiane: Marco Bardazzi, Digital Editor a La Stampa, Roberto Bernabò (direttore di Finegil) e Diana Letizia, giornalista de Il secolo XIX. L’evento sarà coordinato da Roberto Rotondo, giornalista di Varesenews.

3/ Civica e glocal: la buona informazione al servizio dei cittadini.
Diritto di accesso alle informazioni, inchieste partecipate, media civici e sociali sono i temi principali del workshop dedicato al giornalismo civico con un focus specifico sull’ambito italiano e quello francese. Gli ospiti dell’incontro saranno Rosy Battaglia, freelance ideatrice di Cittadinireattivi.it, il giornalista di Redattore Sociale Lorenzo Bagnoli con Andrea Paracchini di Altermondes e Elisabetta Tola, cronista per datajournalism.it.

4/ Expo2015, territori e storie: come si racconta un evento
In occasione dell’esposizione universale, che prenderà il via 1 maggio a Milano, il mondo del giornalismo deve affrontare una importante sfida: è necessario trovare i linguaggi e le modalità migliori per raccontare un evento di tale portata. Il conto alla rovescia verso Expo2015 è iniziato e il giornalista Marco Alfieri, il filosofo Franco Bolelli, Aldo Bonomi (direttore del consorzio Aaster) con Giacomo Biraghi (responsabile dei tavoli tematici di Expo2015) e Alberto Frausin (Ceo di Carlsberg Italia) discuteranno del ruolo dei giornali nel successo di un progetto di questo genere.

5/ Web 3.0: la più potente rivoluzione della storia dell’uomo
La prima tappa del corso di cultura digitale per giornalisti proposto durante il festival trae spunto dalle parole del giornalista Rudy Bandiera: «Ciò che tutti pensano usando telefoni ed Internet e computer e smartwatch è di essere inadeguati. L’uomo ha paura di non essere in grado di capire quello che avverrà perché troppo complesso». Questo sentimento di inadeguatezza si scontra però con le enormi potenzialità offerte dal Web 3.0. Oltre a Bandiera, autore anche del libro Rischi e opportunità del Web 3.0, interverranno su questo tema Massimo Russo, direttore di Wired Italia e la giornalista Silvia Giovannini.

6/ I droni in redazione
Il giornalismo contemporaneo sembra essere arrivato a un punto di svolta, i droni-reporter cambieranno il modo di fare informazione? Questi dispositivi sono in grado, infatti, di scattare foto aeree da punti di vista unici o di effettuare riprese video in zone altrimenti inaccessibili. Due esperti del settore Francesco Maisto e Luca Perencin, coordinati da Roberto Morandi di Varesenews, illustreranno gli aspetti tecnici e pratici dell’utilizzo dei droni in campo giornalistico tra diritto di cronaca, rispetto della privacy e utilizzo dei dati sensibili raccolti.

7/ Giornalismo e metriche: statistiche, engagement, Seo come influenzano il lavoro in redazione
Una redazione online deve creare contenuti che sfruttino i criteri SEO per rendere sempre più fruibili le proprie notizie, producendo al tempo stesso engagement ovvero il coinvolgimento dei lettori. Quindi un buon giornalista deve conoscere quali siano le esigenze degli utenti e imparare a destreggiarsi tra statistiche matematiche. Il tema, fondamentale nell’era dell’informazione digitale, sarà affrontato da Andrea Iannuzzi (giornalista e direttore dell’ Agenzia quotidiani Gruppo L’Espresso Finegil) con Marco Giovannelli di Varesenews e Alessandro Cappai, giornalista e Web editor.

8/ L’ultimo click: tendenze e derive nell’informazione digitale
«Clicca qui per vedere cosa ha rischiato questa ragazza» oppure «Non crederai a quello che succede in questo»: chiunque abbia navigato in Internet ha letto frasi come queste. Si chiama click-baiting e consiste nella pratica di pubblicare un titolo che funziona come esca per attirare l’attenzione delle persone, senza fornire informazioni precise sul contenuto dell’articolo proposto. Tutto è iniziato dai social network ma ora questa pratica è diventata indispensabile anche per i giornali. Partendo dall’analisi di questo fenomeno, si discuterà del valore dei social network nell’amplificazione e diffusione delle notizie. Interverranno i giornalisti Antonio Rossano, Daniele Chieffi, Francesco Costa (il Post), Diana Letizia (responsabile della redazione Web del Secolo XIX), Francesco Piccinini (direttore di Fanpage), e Federico Ferrazza, vicedirettore di Wired Italia.

9/ Il giornalismo in stato di emergenza e di crisi per calamità e altro
Le recenti alluvioni in Liguria e lo sviluppo dell’epidemia di ebola su scala mondiale hanno riportato al centro del dibattito il modo in cui il mondo del giornalismo racconta le calamità naturali, le emergenze sanitarie ma anche gli attentati e gli incidenti stradali. In questi casi si esercita il diritto di cronaca o si scade in una subdola operazione di allarmismo utile solo a creare paure nell’opinione pubblica? Il dibattito è aperto e in occasione di Glocalnews interverranno sul tema i giornalisti: Stefano Cianciotta, il direttore di Blogo.it Alberto Puliafito e Roberta Galeotti, direttore Il Capoluogo.

10/ Il giornalismo digitale in Italia si fa ricerca
Per capire come il mondo dell’informazione stia cambiando nel nostro Paese, è necessario affidarsi anche alla ricerca scientifica. Per questo motivo negli ultimi mesi sono state condotti due importanti studi. Il primo guidato da Libertà di stampa e diritto di informazione (Lsdi) e commissionato dal Comitato regionale per le comunicazioni ha fatto il punto sull’informazione digitale della regione Toscana. La seconda ricerca è stata realizzata dal gruppo di lavoro, Giornalismi, del Consiglio nazionale dell’ordine dei giornalisti e ha affrontato i temi legati al rapporto tra giornalismo cartaceo e online. L’incontro vedrà protagonisti i giornalisti Marco Renzi e Emiliano Ricci, Pino Rea (Congliere nazionale OdG), Fabio Minazzi (docente dell’Università dell’Insubria) e Philip De Salvo, Web editor dell’European journalism observatory.