Molto spesso quando camminiamo di notte o torniamo a casa da soli ci capita di provare una sensazione di insicurezza. Lo stesso accade quando ci troviamo in una città che non conosciamo. Ecco un elenco di dispositivi e app con cui la tecnologia viene in nostro soccorso.


• Nylox Bodyguard

Si tratta di una ‘guardia del corpo’ che ha l’aspetto di un orologio. Il dispositivo è molto semplice da utilizzare: una volta accoppiato con la sua app è già pronto per l’uso. Se ci sentiamo in pericolo, premendo un bottone sul corpo del Bodyguard faremo partire una chiamata a uno degli smartphone agganciati. Chiunque, inoltre, può contattare il Bodyguard al numero della scheda telefonica collegata.

• Amyko

Permette di conservare le proprie informazioni sanitarie (allergie, intolleranze e cure particolari) e i propri contatti d’emergenza, rendendoli accessibili anche se si dovesse essere incoscienti. Il braccialetto funziona attraverso una tecnologia che non ha bisogno di alimentazione e rende il dispositivo inesauribile.

• Netatmo Welcome

Si tratta di una videocamera che è in grado di identificare le persone inquadrate attraverso un algoritmo di riconoscimento facciale. Ogni volta che rileva un volto il dispositivo ci invia una notifica. La videocamera funziona mediante un’app che permette di associare i nomi alle facce. Così, volto dopo volto, impara a riconoscere chi abita un appartamento o chi frequenta un ufficio diminuendo i messaggi di allarme.

• Watch over me

Con questa app è possibile impostare un intervallo di tempo nel quale seguire i nostri spostamenti, per esempio nel caso in cui stiamo rientrando in tarda serata. Basta scuotere il telefono e i nostri contatti di emergenza verranno subito avvertiti della minaccia con un messaggio contenente la nostra posizione.

• Geavi

Avvia registrazioni nascoste attraverso il microfono e la videocamera dello smartphone. L’app è stata creata per prepararsi a un qualcosa che è già accaduto. Quando, per esempio, veniamo minacciati e temiamo che le intimidazioni possano degenerare in casi di stalking possiamo documentare tutto e rivolgerci alla polizia.

• Where Are U

Si tratta di un’app che permette di inviare un SOS al 112, il numero unico di emergenza italiano. In caso di pericolo vengono inviati i propri dati geografici alle autorità più idonee a intervenire, quali carabinieri, polizia, vigili del fuoco e soccorso sanitario.

 • iCam 

Trasforma le webcam dei computer in videocamere di sorveglianza. Funziona con due componenti: un software informatico che attiva lo streaming audio-video e un’app per smartphone e tablet. La configurazione, una volta attivata, permette di sorvegliare fino a dodici sorgenti video diverse.

⇒ Continua a leggere su Corriere.it