Il giornale sudafricano Daily Maverick ha dichiarato guerra al paywall come forma di finanziamento. La nuova strategia di monetizzazione non prevede, infatti, il blocco degli articoli per chi non ha un abbonamento: sono gli stessi lettori, invece, a sottoscrivere un piano di micropagamenti per ottenere vantaggi esclusivi. Iscrivendosi a Maverick Insider si può decidere quanto e quando Per Charalambous, i lettori sono disposti a pagare il buon giornalismo “se viene chiesto nel modo giusto”pagare per commentare articoli, accedere a eventi riservati, ricevere offerte speciali da aziende partner della testata, parlare in privato con i giornalisti e navigare sul sito senza banner pubblicitari. Se non si è utenti premium e si ha un ad blocker installato, compare in automatico una finestra che invita a disattivare il blocco o, in alternativa, a effettuare una microtransazione (19 centesimi di euro per un singolo giorno o 3,15 euro al mese).

Il modello di business sembra funzionare: a sei mesi dall’introduzione, le sottoscrizioni a Maverick Insider hanno raggiunto quota cinquemila e la percentuale di persone che visita il sito con l’ad blocker è scesa dal 15% al 2%. Styli Charalambous, fondatore del quotidiano, non è affatto stupito: «La gente è disposta a pagare il buon giornalismo, basta chiederglielo nel modo giusto».

Per saperne di più, leggi l’articolo completo su Journalism.co.uk.