I big data stanno crescendo sempre più esponenzialmente, sono ovunque e inevitabili, ci circondano e volenti o nolenti, influenzano le nostre decisioni.

E noi come utenti e consumatori, ne chiediamo sempre di più: più dati, più contenuti e più velocità.

Così, immersi in questo flusso e scambio continuo di bite non ci accorgiamo di quanti dati condividiamo, di quanti messaggi scambiamo, di quanti soldi spendiamo, di quante ricerche effettuiamo e di quanta musica ascoltiamo sul web.

Ma cosa accade realmente su Internet in soli 60 secondi?

Una ricerca del sito Excela.com mostra cosa succede sul web in un solo giro di orologio:

Excelacom_InternetMinute2016ok

 

  • 150 milioni di email inviate;
  • 701,389 mila persone effettuano il login su Facebook;
  • 2,78 milioni di video visualizzati su Youtube;
  • 2,4 milioni di ricerche vengono effettuate sul motore di ricerca di Google;
  • 38,194 mila immagini caricate su Instagram;
  • 347,222 mila tweet condivisi su Twitter;
  • 1389 mila passaggi presi su Uber;
  • 20,8 milioni di messaggi vengono inviati su Whatsapp;
  • 203,596 mila dollari spesi su Amazon;
  • 3,052 mila ore di musica ascoltata su Spotify;
  • 51 mila applicazione scaricate dall’Apple Store;
  • 120 nuovi account creati su LinkedIn;

 

E questa mole infinita di dati continua a crescere senza arrestarsi.   Soprattutto vi è stato un notevole incremento rispetto alle vendite di Amazon, il 70% in più; rispetto alla musica caricata su Spotify, il 186% in più; e in merito ai passaggi effettuati con Uber, il 100% in più.

 

⇒ Continua a legge su Excelacom.com