Ci stiamo avvicinando pian piano alla Fase 2, alla convivenza più serena con il Covid-19, ma queste lunghe settimane di isolamento hanno messo a dura prova i rapporti di coppia. Il virus è stato una sorta di pressure test: se l’amore sopravvive a questo, durerà per sempre.  A ogni modo, nella rassegna di questa settimana vi proponiamo dieci film con trame che ruotano attorno alle beffe che le mogli si fanno dei mariti fedifraghi, opportunisti, violenti o semplicemente incapaci di amarle.  Tra happy ending e finali disarmanti, il cinema diventa perfetta metafora dell’amore ai tempi del Coronavirus. Buona visione.

VIVIANA ASTAZI CONSIGLIA: GONE GIRL

Uno strano femminicidio in cui niente è come sembra. Gone Girl è la parziale rivincita delle donne tradite che cercando vendetta finiscono per diventare complici della stessa spirale di bugie dei loro partner. Amy (Rosamunde Pike) pare la newyorkese perfetta, ma nasconde un’anima nera che ammalia e distrugge il marito fedifrago (Ben Affleck). La dinamica di coppia si svela pian piano, mettendo in luce quanto l’amore possa essere malato. Si finisce per odiare entrambi i protagonisti: lei è folle, lui debole e remissivo. Ma in questo sta la grandezza del film: mostrare la mediocrità dell’essere umano. E allo spettatore resta solo l’amaro di vedere due persone che si odiano fingere di amarsi.

Disponibile in DVD e su Google Play

EMILIANO DAL TOSO CONSIGLIA: TAKE THIS WALTZ

Seth Rogen e Michelle Williams. Straziante, dolorosissima fine di una storia, semplicemente perché sostituita da un’altra. Il film di Sarah Polley è diretto e spudorato, femminista e impietoso. Si conclude con una Michelle sulle giostre mai così bella e luminosa, che va incontro a un altro futuro ignoto chiudendo senza motivi logici e razionali con il passato. Per un amore che nasce, ce n’è sempre un altro che muore. Sulle note di Video Killed the Radio Star si rimane frastornati, senza parole. “Life has a gap in it. It just does. You don’t go crazy trying to fill it like some lunatic”.

Disponibile in DVD

NATALE CIAPPINA CONSIGLIA: BELLA DI GIORNO

Oscuro, spiazzante, e proprio per questo attraente. Il cinema di Buñuel trova in Catherine Deneuve la musa perfetta per esprimere gli umanissimi sentimenti, più intimi e primordiali, per un film che fa perdere lo spettatore in un labirinto psicologico dove la violenza fisica si confonde con l’amore e il sesso si mischia senza sosta con l’eccezionale, in una quotidianità anomala. Attuale come non mai e sensuale come pochi, Bella di giorno è una finestra su un futuro dove la linearità della vita borghese implode alla ricerca di desideri inusitati, spingendo i propri tabù sempre più in là a danzare sul bordo di un abisso, che attrae proprio per quel rischio di venirne inghiottiti, forse per sempre.

Disponibile in DVD

ALESSANDRA D’IPPOLITO CONSIGLIA: CARNE TREMULA

Una Madrid anni Novanta fa da sfondo a una storia tragicomica che nella sua carnalità rispecchia in pieno lo stile del regista. Una beffa alla Almodóvar che ancora una volta tenta di raccontare l’universo femminile mostrandone le insicurezze e il desiderio di rivalsa. Da una parte un marito geloso e violento, dall’altra un marito costretto sulla carrozzina. Due uomini che, increduli, subiranno la libertà trasgressiva delle loro mogli, Clara e Helena. Abbandonandosi alla soddisfazione del loro piacere, le due donne dimenticheranno il loro matrimonio per lasciare spazio a Victor, giovane disoccupato, inesperto e uscito da poco di galera che da strumento della beffa si trasformerà nel prescelto.

Disponibile in DVD e su Google Play

 

MATTIA GIANGASPERO CONSIGLIA: TUTTE CONTRO LUI

Amore, tradimenti, ironia, colpi di scena, qualche esagerazione e il trionfo dell’amicizia tra tre donne che decidono insieme di riprendere in mano ciascuna la propria vita alleandosi contro un unico uomo, che sembra essere il fidanzato perfetto per tutte. Il cliché delle donne che si combattono tra loro viene smentito. Cameron Diaz è Carly, avvocato che crede di aver trovato l’uomo giusto per lei: peccato che in realtà sia sposato con Kate, casalinga perfetta. Le due si incontrano casualmente e diventano grandi amiche, ma quando si viene a conoscenza di una terza amante, la sensualissima Amber, tutte e tre si alleano per vendicarsi contro Mark (Nikolaj Coster-Waldau), l’uomo traditore.

Disponibile in DVD e su Google Play

 

ANNAROSA LAURETI CONSIGLIA: AMERICAN BEAUTY

Una vendetta che sa di riscatto personale, quella dell’impiegato Lester Burnham. Una vendetta nei confronti della propria moglie perfetta, ma anche della propria esistenza vissuta all’ombra degli altri. Sam Mendes mette in scena un’aspra critica alla società borghese americana, rivelandone debolezze e ipocrisie. Personaggi automi si muovono in uno spazio tranquillo e idilliaco, mostrando il proprio profilo migliore e cercando di soffocare in ogni momento la loro vera natura. Il punto di rottura verrà raggiunto solo quando l’ansia da prestazione sarà tale da spezzare il respiro di ognuno. Allora i demoni nascosti si paleseranno, spingendo i commedianti ad azioni che avranno un caro costo da pagare.

Disponibile su Netflix

 

MARIANNA MANCINI CONSIGLIA: L’ULTIMO BACIO

A volte i trenta non sono affatto i nuovi venti. Carlo sta per diventare padre e, spaventato dalle incombenze dell’età adulta, cede al fascino puerile di Francesca. Giulia al terzo mese di gravidanza scopre un tradimento che brucia sul viso come gocce di limone. Il film cullato dalla voce di Carmen Consoli racconta drammi familiari e amori sdruciti. E cos’è il perdono, quando disarma l’altro, assolvendoci da tutti gli errori che ancora non abbiamo commesso? Forse una beffa. Siamo i singhiozzi di Giulia e il senso di colpa di Carlo. C’è un frammento di ognuno di noi nei personaggi di questa storia, che trasporta lo spettatore dentro vite accidentali. Un romanzo all’italiana, diretto da Gabriele Muccino.

Disponibile in DVD

 

MANUEL SANTANGELO CONSIGLIA: FERRO 3

C’è qualcosa di beffardo nella facilità con cui il protagonista di Ferro 3 passa da un’abitazione all’altra. Tae-suk è capace di entrare subito in sintonia con i luoghi in cui decide di vivere, nell’attesa del ritorno dei legittimi proprietari: lava i piatti, aggiusta gli oggetti rotti come se le residenze in cui si introduce fossero sue, un fantasma che migliora le vite altrui senza che nessuno se ne accorga. La metafora raggiunge il picco nel finale, quando per amare di nascosto la donna che ha salvato da un destino violento, si trasforma di fatto in una presenza immateriale e impercettibile. Perché in fondo l’amore può rimanere, come tutto ciò che è essenziale, invisibile agli occhi.

Disponibile in DVD

 

CLAUDIO ROSA CONSIGLIA: PRIMA TI SPOSO POI TI ROVINO

Bello l’amore. C’è chi ha la fortuna di incontrare una persona, quella giusta, e restare con lei per il resto della vita. Capita, però, che la fiamma si affievolisca. Cosa fare in questi casi? Ci si rivolge ovviamente a Miles Massey. Interpretato da un magistrale George Clooney, è un abile avvocato matrimonialista che riesce a vincere una causa contro la bella Marilyn, una scalatrice sociale che colleziona mariti come fossero trofei. Lui se ne innamora, lei ovviamente lo imbroglia. Perché succede così quando – purtroppo – si è innamorati. Ci si sente nudi, esposti, ed estremamente vulnerabili.

Disponibile su Google Play

 

FRANCESCO CASTAGNA CONSIGLIA: IL CLUB DELLE PRIME MOGLI

Una fede immersa in un bicchiere di champagne. È così che nasce il club delle prime mogli, Brenda, Elise ed Annie, che si rivedono dopo molti anni al funerale di un’altra vecchia amica, Cynthia. Durante l’incontro scoprono che a legarle non è soltanto un’amicizia di lunga data, ma l’intero percorso delle loro vite private. Dopo anni di devozione ai mariti ognuna viene messa da parte per far posto a una ragazza più giovane, ma la risposta delle tre donne non tarda ad arrivare. Come punire degli uomini materialisti? Colpendoli nel patrimonio, ovviamente. Un piano di vendetta che costringerà gli ex a sborsare i loro soldi per creare un centro di assistenza per tutte le donne bisognose di New York.

Disponibile su Google Play