Prima ancora che Raffaella Carrà arrivi in sala l’atmosfera è già allegra. Sul mega schermo scorrono immagini di repertorio accompagnate dai suoi più grandi successi: Fiesta, A far l’amore comincia tu, Tanti auguri, Pedro. La cantante bolognese è attesa alla conferenza stampa presso Sony Music per presentare il suo nuovo disco  “Ogni volta che è Natale” in uscita il 30 novembre e anticipato dal singolo inedito “Chi l’ha dettouna dolcissima ballad già in programmazione radiofonica scritta da Daniele Magro. Una canzone natalizia a tutti gli effetti, con un video, definito dalla cantante stessa “dolcissimo e delizioso”, firmato dal regista Gianluca Montesano: “Io non dovevo nemmeno comparire nel video – spiega Raffaella – ma la Sony ha insistito, quindi ci sono anche io ma un po’ indietro rispetto alle storie dei protagonisti: compaio solo nello schermo di una tv o di un cellulare”.

Il disco, oltre all’inedito, contiene le cover delle più celebri canzoni natalizie: da Happy Xmas (War Is Over) di John Lennon riarrangiata e resa un valzer a White Christmas cantata alla Frank Sinatra, dalla classica Jingle Bell Rock alla spagnola Feliz Navidad e alla rumba di La Marimorena fino all’iconica Halleluja, voluta a tuti i costi nell’album dalla Carrà che ne ha fatto una versione lirica facendosi accompagnare dalle due giovanissime soprano Erica Realino e Vittoriana De Amicis. Il risultato è “un album dai mille colori” come lo definisce lei stessa.

Per questo Natale Raffaella ha un desiderio: “Il mio studio è pieno di dischi d’oro e platino incorniciati, ma c’è ancora un buco bianco da riempire. Chissà che con questo disco non sia la volta buona”.

Sebbene Raffaella Nazionale appena entrata metta in guardia i giornalisti di non essere più abituata a stare sotto i riflettori, durante la conferenza si dimostra totalmente a suo agio e regala anche qualche sua caratteristica e fragorosa risata, come quando racconta dello stupore di Giulio Andreotti nell’incontrarla nella residenza del re di Spagna Juan Carlos quando la insignirono del “Lazo”, una importante onorificenza per aver favorito la conoscenza del Paese iberico nel mondo.

Il disco uscirà anche in Lp e in versione Deluxe contenente, oltre alle canzoni natalizie, anche i suoi più grandi successi.  E per questo Natale Raffaella rivela di avere un desiderio: “Il mio studio è pieno di dischi d’oro e platino incorniciati, ma c’è ancora un buco bianco da riempire. Chissà che con questo disco non sia la volta buona”.

E a chi le chiede se sarà possibile rivederla in concerto risponde, sempre con ironia: “Io sono una show woman, i miei concerti erano una festa, balli scatenati e cambi di costume, ora ho una certa età, non me la sento”. Peccato, perché quanto a fisico ed energia, Raffaella Carrà non ha certo nulla da invidiare alle più giovani.