Una nuova applicazione per memorizzare e modificare note, idee articoli, gratuita e disponibile per i dispositivi iOS. Si chiama Bear e rappresenta l’ultima frontiera per quei giornalisti che hanno la necessità di prendere appunti in modo rapido e sintetico durante interviste, eventi e conferenze.

Bear consente infatti di creare e organizzare all’interno di cartelle note per un uso immediato o successivo, condividendo gli articoli in formati diversi di esportazione come PDF, HTML e Word. L’applicazione fornisce strumenti di conteggio di parole, caratteri e paragrafi, oltre alla stima del tempo di lettura previsto.

Come funziona, nello specifico, Bear? Una volta aperta, verranno visualizzati gli appunti in ordine cronologico. Cliccando sul pulsante rosso in basso a sinistra sullo schermo, è possibile scrivere il testo utilizzando le diverse opzioni di intestazione e formattazione, compresa la possibilità di aggiungere immagini e interruzioni di pagina.

È anche disponibile il passaggio o alla versione Pro al costo di poco meno di due euro al mese per sbloccare otto layout, aumentare i criteri di ricerca e utilizzare il CloudKit di Apple per sincronizzare le note a più dispositivi Apple, in modo da poterle poi modificare sia da iPad, iPhone e Mac.

⇒Continua a leggere su journalism.co.uk